Pianeti in fila?

Da metà gennaio 2016 fino a febbraio inoltrato il cielo che precede l’alba offre uno spettacolo planetario.

Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno entrano in scena, tutti visibili a occhio nudo come punti brillanti. Talvolta in compagnia della Luna.

 

È l’occasione per ammirare i cinque pianeti noti fin dai tempi più antichi, quando l’occhio umano era l’unico strumento per studiare il cielo. Ma è anche il momento giusto per osservarli con un telescopio, grazie al quale quei punti brillanti riveleranno qualcosa del loro aspetto e sarà più facile distinguerli e chiamarli per nome.

L’allineamento planetario è solo apparente:  dalla nostra posizione di osservatori i 5 pianeti,  tutti dalla stessa parte rispetto al Sole, sembrano stare in fila. Ma se potessimo cambiare punto di vista?

Se potessimo vedere il Sistema solare dall’alto tenendo conto della posizione che in questo periodo ciascun pianeta ha sulla propria orbita…scopriremmo che l’allineamento non c’è.

Osservando stelle e pianeti dobbiamo sempre tener presente che si trovano a profondità diverse nello spazio, più o meno lontani rispetto a noi.

Resta il fatto che 5 pianeti al prezzo di una solo sguardo è un’occasione da non perdere.

You can leave comments by clicking here, leave a trackback at http://www.jamjar.biz/elenaz/wordpress/wp-trackback.php?p=480 or subscribe to the RSS Comments Feed for this post.