Due o tre cose sulle stelle cadenti

Che succede ad Agosto? Lo sanno tutti: ci sono le “stelle cadenti” e la notte di San Lorenzo tradizione vuole che anche i più distratti, se ne hanno occasione, alzino lo sguardo al cielo casomai ne passasse qualcuna.

Sono granelli di polvere che, precipitando attraverso la nostra atmosfera, si surriscaldano e si consumano senza arrivare a toccare il suolo, lasciando nient’altro che una scia luminosa quanto effimera. Le meteore non sono altro che polvere cosmica: pensare che è questa polvere che affidiamo i nostri desideri per alcuni potrà risultare deludente, per altri poetico.

In ogni caso, per ottimizzare le probabilità di vedere le Perseidi (questo il nome ufficiale delle stelle cadenti d’agosto) ecco alcuni veloci consigli:

DOVE

Recarsi in un posto buio, lontano da luci e lampioni, dove sia possibile vedere senza difficoltà il cielo stellato.

QUANDO

Nella notte fra il 12 e il 13 agosto: questo è il momento per il quale è prevista la massima intensità del fenomeno. Ma niente paura: si potranno vedere perseidi anche nelle notti successive (così come se ne sono viste nelle notti precedenti)

IN QUALE DIREZIONE

Volgere lo sguardo a nord e tenere gli occhi bene aperti. La direzione di provenienza delle meteore è localizzata nella costellazione di Perseo (non facilissima da individuare) che si trova appena sotto la famosa Cassiopea dalla forma a W, ma è bene tener d’occhio tutta la parte nord del cielo. In sostanza basta star seduti comodi o anche sdraiati e pazientare: prima o poi una meteora ci sorprenderà.

 

You can leave comments by clicking here, leave a trackback at http://www.jamjar.biz/elenaz/wordpress/wp-trackback.php?p=774 or subscribe to the RSS Comments Feed for this post.