header image

Avete mai passeggiato di notte nei giardini di un castello, guardando le stelle e ascoltando storie? Allora non potete perdere l’ultima (per quest’anno) occasione di farlo: mercoledì 5 settembre alle ore 21.00 si varca il cancello del Castello del Catajo per scoprirlo nella sua affascinante veste notturna.

La passeggiata stellare è pensata per bambini e famiglie, ma adatta a tutti.

Tutte le informazioni le trovate direttamente sul sito del castello, a questo link.

Ci sono costellazioni che portano il nome di creature mitologiche e fantastiche, gruppi di stelle che indicano animali veri o mai esistiti: quali sono le loro storie? Ci sono anche eroi coraggiosi che hanno compiuto imprese impossibili sconfiggendo mostri e nemici: chi sono? Impareremo a riconoscere animali, mostri ed eroi disegnandoli con le stelle, passeggiando fra il giardino e le terrazze del Castello, ascoltando racconti e tante curiosità astronomiche.

castello-del-catajo10

 

“Gli astri del ‘300: il cielo di Padova medievale” è lo spettacolo realizzato da Elena Lazzaretto per conto del Planetario di Padova in occasione della rassegna Notturni d’Arte 2018. L’appuntamento è martedì 28 agosto. Ci si può prenotare telefonando al Planetario di Padova (trovate il numero in homepage o alla sezione info) gli orari sono i seguenti:

17.30 (sono aperte le prenotazioni)

19.00 (sono aperte le prenotazioni)

Si tratta di un’occasione unica per riscopire la città di Padova anche attraverso i monumenti e le opere d’arte medievali che la impreziosiscono e che raccontano di uno stretto legame con il cielo.

L’appuntamento è per martedì 21 agosto, al Castello del Catajo di Battaglia Terme (PD).

Questa volta la nostra passeggiata fra i giardini e le terrazze del castello sarà illuminata dalla luce della Luna crescente.

A qualcuno, guardandola, sembra di riconoscere un volto, ma com’è fatta davvero? Di che colore è? Fa caldo o freddo lassù?

La notte del 21, poi, la vedremo in compagnia di un puntino luminoso, dalla luce fissa: di chi si tratta? E cos’è quell’astro molto luminoso dal colore arancione che brilla poco più in là?

E le stelle? Che storie raccontano?

Scopriremo tutto questo e molto altro martedì sera, tutte le informazioni a questo link.

 

Un nuovo progetto sta per decollare! Ne sentirete parlare presto, teneteci d’occhio.

Ritrovarsi in una notte di stelle cadenti in compagnia del Piccolo Principe, di Louis Armstrong, di Vittorio Gassman e di Livio Gratton non ha prezzo.

Ascoltate questo racconto su WIKIRADIO e date uno sguardo al cielo, le prossime sere.

Nella notte fra il 12 e il 13 agosto il fenomeno raggiungerà la sua massima intensità… anche se per noi la data del cuore è quella del 10.

PS. e se proprio non avete l’opportunità o la fortuna di avvistare una meteora, consolatevi con queste bellisime immagini tratte da vecchi atlanti stellari che ho la fortuna di possedere.

Elena

 

 

 

 

cercando la costellazione della Clessidra… esisterà davvero?

‘Cara Diane, qui c’è sabbia in ogni direzione e fino a dove riesci a spingere lo sguardo. Di notte però, non si guarda la sabbia ma il cielo: ci sono così tante stelle da togliere il respiro. Credo staresti sve-glia a guardarle per ore. Un abbraccio, zio Vertov.’
Lui stava a guardare le stelle nelle ore in cui il sonno non arrivava. Anche a quelle latitudini era possibile distinguere la costellazione della Clessidra, ma appariva rovesciata. Lo avrebbe raccontato a Diane. (da “L’arte delle gocce rosse“)

 

Rubo un piccolo spazio a questo sito. Chi mi conosce sa che amo raccontare. Racconto il cielo, lo spazio, le scoperte astronomiche e le faccende mitologiche. Racconto anche altre storie, una di queste è diventata un libro. Il titolo è “L’arte delle gocce rosse” edito da Ciesse edizioni.
Troverete macchine volanti e vecchiette esperte di erbe. Troverete la miraggina, una sostanza allucinogena che dona visioni. Poi incontrete  Malinka e la vecchia Usta, Vertov il mercante e la piccola, inquietante, Diane: ognuno con la propria ossessione, malattia, perversione. Ogni tanto, insieme a loro, usciremo all’aria aperta, di notte, per attardarci ad ammirare le stelle.

Presenterò il libro in un bel parco, il 9 settembre. Se passerete dalle parti di Monselice (PD) venite a trovarmi, berremo assieme un bicchiere.

Se avete voglia di leggerlo, troverete sicuramente qualcosa di diverso nel formato che preferite, cartaceo o digitale. Ecco dove trovarlo. Grazie per l’attenzione.

Elena

 

Venerdì 10 agosto le stelle cadenti si ascoltano alla radio: alle ore 14.00, sulle frequenze di Radio3, la puntata di Wikiradio sarà dedicata alle meteore di agosto, a chi le ha osservate, studiate e… trasformate in poesia.

Sintonizzate la vostra radio o cliccate sul sito di Wikiradio

 

 

 

 

Per chi, la sera, si trovasse a passare dalle parti di Padova e desiderasse osservarle dai giardini e le terrazze di un imponente castello, l’appuntamento è al Castello del Catajo, a partire dalle 21.30. Tutte le informazioni su questo sito

 

 

ATTENZIONE!! Causa maltempo, questo evento è stato posticipato al 4 agosto, non perdetelo!!

Anche questa estate all’Oasi Cervara di Quinto di Treviso (TV) ci saranno serate da trascorrere all’aperto, immersi nel fascino e nei suoni della Natura. Ci saranno “Incontri notturni fra alberi, acque, attori, scienziati, musicisti e narratori, la scienza, la poesia, la musica:tre modi per leggere e raccontare il cammino esplorativo dell’uomo.

Guardachecielo.it vi aspetta sabato 21 luglio: alle 19.30 si parte facendo rotta verso sud, guidati da stelle e musica. Dalle 21.45 comincerà l’esplorazione del cielo di luglio alla ricerca di costellazioni e pianeti.

Maggiori informazioni a questo indirizzo

immagine generata con Stellarium

Cosa succede il 27 luglio?

La Luna piena verrà oscurata dall’ombra della Terra. Assisteremo a una eclissi totale di Luna. Per oltre un’ora non ci apparirà luminosa e brillante, ma cupa oscura, rossastra.

Il culmine dell’evento, il momento in cui l’oscuramento risulterà massimo, si verificherà intorno alle 22.20, ma l’eclissi è un fenomeno che vale la pena seguire nel suo evolversi magari uscendo ad osservarla già alle 21.30 quando inizia la fase di totalità (che si concluderà intorno alle 23.13).

La Luna impiegherà 1 ora e 43 minuti per uscire dal cono d’ombra della Terra: davvero un bel po’ di tempo. La fase di totalità di questa eclissi sarà la più lunga di tutto questo secolo.

Non solo Luna! Questo è anche il periodo ideale per osservare il pianeta Marte che, trovandosi in opposizione al Sole, brilla della sua caratteristica luce riflessa più rossiccia che mai. Difficile non notare il pianeta rosso: la notte del 27 si troverà appena più basso sull’orizzonte di quanto non lo sia la Luna, non dovremo nemmeno distogliere troppo lo sguardo.

immagine generata con StarryNight

E non scordiamoci di cercare anche Giove e Saturno! Se stiamo puntando alla Luna, spostiamo lo sguardo a destra, verso sud e poi ancora più a destra verso ovest: noteremo due puntini dalla luce decisa, non tremolante come quella delle stelle, sono Saturno e Giove (molto luminoso).

Auguriamoci solo che le nuvole non s’intromettano ad oscurare questo spettacolo!

Immagine generata con StarryNight

 

Dopo quindici rappresentazioni andate tutte esaurite, torna al Planetario di Padova l’evento record d’incassi organizzato da Guardachecielo.it.

SABATO 21 LUGLIO alle ore 21, Andrea Bassato suona alle tastiere alcune rare colonne sonore di Ennio Morricone capaci di trasportarci tra le stelle e su mondi lontani. Accompagnate dalle proiezioni sulla cupola del Planetario, realizzate in esclusiva dall’astronomo Luca Nobili di Guardachecielo.it, ci faranno scoprire da una prospettiva inedita il rapporto tra l’uomo e lo spazio, la ricerca di altre forme di vita e la vastità dell’Universo. Prenotazioni aperte su www.planetariopadova.it o scrivendo a segreteria@planetariopadova.it oppure telefonando in orario ufficio allo 049773677.

Il concerto può essere portato in esterna in teatri, planetari e altre strutture interessate.  Contattatteci per tutte le informazioni .

« Older Entries     Newer Entries »