header image

 

 

 

 

 

 

 

Se il giorno di Natale avrete bisogno di fare una pausa nel corso del lunghissimo pranzo, accendete la radio sulle frequenze di Radio3, alle 14.00. Sentirete un racconto che vi farà viaggiare nel tempo sulla scia di una cometa. Racconterò le avventure della cometa di Halley nel corso della trasmissione Wikiradio. Perché proprio il 25 dicembre? Perché… beh, lo scoprirete ascoltando. Per il momento non vi rivelo altro, ma se proprio proprio non potrete abbandonare il tavolo imbandito, ci sarà modo di ascoltare la trasmissione in un secondo momento dato che sarà disponibile online.

La diretta è già andata in onda lo scorso mercoledì, ma questo avviso è per segnalare la replica di questa domenica, 21 gennaio, ore 17.00.

Di cosa si tratta? Ma della ZANZEGA, spumeggiante trasmissione di Antenna3 (canale 13 o 17) in cui si è parlato delle bellezze del Veneto, di cinema, di cucina e di…stelle.
In particolare racconto un po’ di cosa parla il mio piccolo libro “Le stelle sbagliate”.
Se avete voglia di vedere una trasmissione che riesce a essere spensierata e interessante insieme, non mancate!

Anche quest’anno ho avuto il piacere di tenere un corso di Astronomia presso la Nuova Università Atestina dell’età Libera (che ha registrato un boom di iscritti!)
Anche quest’anno ho dedicato l’ultima parte dell’ultima lezione ad alcuni consigli su argomenti da leggere, luoghi da visitare ecc, ispirandomi agli argomenti che durante il corso hanno destato più interesse. Per ragioni di comodità li raccolgo in questo articolo così che tutti i link siano facilmente raggiungibili. Immagino che alcuni di questi suggerimenti possano interessare un po’ tutti, anche chi non ha seguito il corso.

A proposito di Luna…

L’argomento “Luna” riscuote sempre un certo successo per svariati motivi. Alla domanda frequente “quali sono gli influssi della Luna?” rispondo consigliando un paio di articoli presenti sul sito del CICAP :

“La Luna e le nascite”

“La Luna tra scienza e mito”

In sintesi, però, dobbiamo ricordare che li unici “mezzi” che la Luna ha a disposizione per interagire con la Terra sono: la forza gravitazionale e la luce solare che riflette. Di conseguenza non può influire su nascite, coltivazioni ecc.

Molte domande e qualche dubbio riguardano poi le missioni umane che l’hanno vista protagonista fra il ’69 e il ’72. Moltissime risposte si trovano nel libro “Luna? Sì, ci siamo andati!” di Paolo Attivissimo che in modo puntuale e preciso analizza una grande quantità di quelle domande che ci siamo posti un po’ tutti sull’argomento. È anche disponibile per essere scaricato gratuitamente.

 

Astronomia da leggere:

Quest’anno consiglio una rivista online, anche questa gratuitamente consultabile, per tenersi sempre aggiornati oltre che sulle ultime news astronomiche, anche su costellazioni, pianeti e appuntamenti vari con il cielo del mese. Si tratta di Coelum.

 

 

 

 

 

Da visitare a Padova e dintorni:

Oltre al Planetario di Padova il Museo La Specola, e l’attuale mostra “Rivoluzione Galileo” ci sono altri luoghi a Padova in cui, forse inaspettatamente, ci si può imbattere nelle stelle:

Il MUSME (Museo di storia della Medicina in Padova) contiene una sezione dedicata alla scienza del 1600 dove è possibile incontrare Galileo Galilei.

 

Il Museo del Precinema che raccoglie una ricca collezione di oggetti e dispositivi usati per proiettare immagini statiche e in movimento prima dell’avvento del cinema. Lanterne magiche e vetrini colorati venivano usati anche per proiettare immagini durante le lezioni di astronomia del passato.

Anche presso il Museo di Storia Naturale di Montebelluna (TV) è in corso una mostra astronomica: “Viaggiatori del cosmo. Meteoriti&Co.”

 

Da ascoltare alla radio:

Segnalo un appuntamento alla radio, con me e… la cometa di Halley. Si tratta di un racconto che ripercorre la storia di questo affascinante corpo celeste e le sue numerose visite. Verrà trasmesso il 25 dicembre alle 14.00 su Radio3 nel corso della trasmissione Wikiradio (che vi consiglio di ascoltare anche gli altri giorni). Se il giorno di Natale, come è molto probabile, sarete impegnati, potrete riascoltarla on line sul sito di WIKIRADIO:

 

 

Con questo, per quest’anno, è tutto! Buone Feste a tutti i corsisti!

 

 

 

Vi presento il mio nuovo piccolo libro. Sono arrivate “Le stelle sbagliate” ovvero 10 false convinzioni sulle stelle.

Quali sono? Eccole, prese direttamente dal sommario…notate qualcosa di strano in queste affermazioni? Beh, sono tutte false e per scoprire il perché non resta che prendere il libro (a proposito, costa solo 5 euro!)

 

 

 

 

 

 

 

Dove lo trovate?

Dalla presentazione:

“In questo piccolo libro si parla delle stelle partendo dalle idee sbagliate che spesso abbiamo su di esse. La maggior parte delle convinzioni errate riguardanti il cielo e i suoi protagonisti sono errori comuni, ma sono anche trappole in cui può capitare di continuare a cadere. Trappole che tuttavia è possibile riconoscere e disinnescare con facilità: proveremo a farlo in queste pagine, con buon senso e ironia.
Ancora una volta il cielo che ammiriamo e che crediamo di conoscere, ci stupirà.”

Venerdì 8 settembre si va a passeggio sotto le stelle fra viali alberati, laghetti, labirinti e un grande prato: l’appuntamento è al Castello di San Pelagio. Trovate tutte le informazioni a questo LINK.

Andiamo alla scoperta dell’Orsa Maggiore, della Stella Polare, della Lira di Orfeo, della regina Cassiopea e di tanti altri protagonisti del Cielo.

 

Mercoledì 6 settembre l’appuntamento è con la Luna piena al Castello del Catajo: la sorprenderemo nascosta fra le fronde degli alberi e la ammireremo in tutto il suo splendore dalle terrazze panoramiche. Tutte le informazioni a questo LINK.

La luna illumina la notte e cattura la nostra attenzione. A qualcuno guardandola sembra di riconoscerne un volto, ma come è fatta davvero? Di che colore è? Fa caldo o freddo lassù? Guardiamola in faccia e conosciamola meglio. E poi se ci va di guardare le stelle ci saranno molte altre cose da raccontare.

“Scopri il Cielo con Galileo” è una storia raccontata dal vivo, uno spettacolo in programmazione al Planetario di Padova, che ho creato qualche tempo fa.

Ora, quella stessa storia la trovate anche fra le pagine di un  piccolo libro, tutto colorato, con disegni e immagini, pensato per i più piccoli, proprio come la versione raccontata che potete scegliere di venire a vedere in Planetario!

Ho pensato di trasformare in libricini anche le altre produzioni che nel tempo ho creato per il Planetario: Favole Celesti, Storie e viaggi e con la Stella Polare e tanti altri, arriveranno in futuro anche su carta!

 

 

 

Venerdì 25 agosto, alle 20.30, vi aspetto al Parco Livelet a Revine Lago (TV) per parlare di tanti aspetti del cielo che sono davvero super.

Un cielo Super!
Supereroi che si aggirano fra le costellazioni, stelle super brillanti e pianeti super grandi? Sono tutti a portata di sguardo, basta aspettare che si faccia buio e imparare a cercarli. Fra racconti, curiosità e immagini scopriremo in quanti modi diversi alcuni dei protagonisti del cielo possono davvero essere considerati super.

Che succede ad Agosto? Lo sanno tutti: ci sono le “stelle cadenti” e la notte di San Lorenzo tradizione vuole che anche i più distratti, se ne hanno occasione, alzino lo sguardo al cielo casomai ne passasse qualcuna.

Sono granelli di polvere che, precipitando attraverso la nostra atmosfera, si surriscaldano e si consumano senza arrivare a toccare il suolo, lasciando nient’altro che una scia luminosa quanto effimera. Le meteore non sono altro che polvere cosmica: pensare che è questa polvere che affidiamo i nostri desideri per alcuni potrà risultare deludente, per altri poetico.

In ogni caso, per ottimizzare le probabilità di vedere le Perseidi (questo il nome ufficiale delle stelle cadenti d’agosto) ecco alcuni veloci consigli:

DOVE

Recarsi in un posto buio, lontano da luci e lampioni, dove sia possibile vedere senza difficoltà il cielo stellato.

QUANDO

Nella notte fra il 12 e il 13 agosto: questo è il momento per il quale è prevista la massima intensità del fenomeno. Ma niente paura: si potranno vedere perseidi anche nelle notti successive (così come se ne sono viste nelle notti precedenti)

IN QUALE DIREZIONE

Volgere lo sguardo a nord e tenere gli occhi bene aperti. La direzione di provenienza delle meteore è localizzata nella costellazione di Perseo (non facilissima da individuare) che si trova appena sotto la famosa Cassiopea dalla forma a W, ma è bene tener d’occhio tutta la parte nord del cielo. In sostanza basta star seduti comodi o anche sdraiati e pazientare: prima o poi una meteora ci sorprenderà.

 

Una foto a lunga esposizione mostra il passaggio della Stazione Spaziale visibile come una scia continua

Non è una stella, non è un aereo: cos’è quel punto brillante che attraversa deciso il cielo notturno? Può trattarsi di un satellite artificiale oppure proprio della Stazione Spaziale Internazionale. Fa un certo effetto vederla passare e sapere che là sopra ci vivono sei persone, sei astronauti, fra cui anche il nostro Paolo Nespoli.

A bordo della Stazione si fa il giro della Terra in una novantina di minuti: il tempo di una partita di calcio per godersi la visione del mondo intero! Non stupisce allora che quel punto che brilla della luce riflessa del Sole passi più e più volte sopra le nostre teste, visibile a occhio nudo e senza difficoltà anche dall’Italia.

Ma come sapere quando passa? E siamo sicuri che sia proprio la Stazione Spaziale? Nessun problema: c’è un’app anche per questo! Si chiama ISS Detector ed è facilissima da usare. C’è anche la possibilità di impostare un allarme che ci avvisa quando sta per avvenire il passaggio, così da non perdere mai l’occasione di fare “ciao ciao” agli astronauti lassù.

« Older Entries